Una vittoria dopo tanta, troppa sofferenza. E qualche gesto di stizza di troppo. Napoli-Chievo 2-1 è stata una partita dalle mille emozioni, passando dalla delusione per una sconfitta che sarebbe stata atroce per la corsa Scudetto all’estasi per una vittoria che tiene ancora in vita il Napoli. Un climax di emozioni, in un pomeriggio indimenticabile nel finale ma con non poca tensione. Come quella che si è respirata prima del gol di Arek Milik con i fischi del San Paolo per Lorenzo Insigne. A sei minuti dalla fine, un destraccio da lontano del numero 24 azzurro ha fatto adirare i tifosi partenopei. Insigne ha risposto con un gesto plateale, imitato con più forza portandosi il dito alla bocca subito dopo l’assist dell’1-1.

“Perché ce l’hanno sempre con me?”. Sarebbe stato questo lo sfogo con i compagni di Lorenzo Insigne nel post-partita, con il numero 24 amareggiato e deluso nonostante il successo. Il gruppo azzurro ha provato a rincuorarlo mentre Sarri ha tentato di sviare il caso parlando di un gesto contro se stesso per i troppi errori in un momento decisivo del match e della stagione. Una piccola frattura da ricomporre al più presto: Insigne vuole riprendersi la scena e tramutare i fischi in applausi.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *