Stefano Colantuono

Benedetta è… l’abbondanza. Per la prima volta dal suo avvento sulla panchina della Salernitana, Stefano Colantuono ha l’imbarazzo della scelta sugli uomini da schierare nella formazione titolare da contrapporre sabato pomeriggio all’Arechi (fischio d’inizio ore 15) al Cesena di Fabrizio Castori. La rifinitura di domani mattina (ore 9,30 a porte chiuse al Volpe) scioglierà gli ultimi dubbi. Si partirà da alcune certezze, come il sistema di gioco: il 4-3-3 sta garantendo secondo il trainer di Anzio le giuste distanze fra i reparti e, dunque, si prosegue sul solco della strada iniziata a tracciare più di un mese fa. Difficilmente, poi, ci saranno novità nel quartetto difensivo titolare rispetto al pari del San Nicola con il Bari: sulle fasce ci saranno Casasola e Vitale, al centro la coppia Tuia-Monaco farà scivolare nuovamente in panchina Schiavi. Novità, invece, ci saranno a centrocampo: Colantuono, infatti, difficilmente si priverà del recuperato Ricci vista anche la prestazione non sufficiente offerta da Signorelli contro i pugliesi. Minala dovrebbe trovare spazio ancora una volta dal 1′ mentre a completare il terzetto della linea nevralgica potrebbe esserci Kiyine dopo l’esperimento dell’avanzamento in attacco del jolly marocchino. Verso l’esclusione, dunque, Odjer che pure ha ben figurato nelle ultime due partite. Sarà completamente rivoluzionato l’attacco: Bocalon è pienamente ristabilito e si piazzerà al centro del reparto avanzato, ai suoi lati i favoriti sono Di Roberto e Sprocati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *