Un pari d’oro ma con qualche rimpianto. Salernitana-Cesena 1-1 lascia l’amaro in bocca a Fabrizio Castori, ex allenatore anche dei granata ma ora indaffarato con la missione salvezza con i romagnoli. Un obiettivo che passava (e tanto) dalla trasferta dell’Arechi. “Abbiamo fatto una buona gara consapevoli della forza della Salernitana. Loro sono partiti forte, noi siamo stati bravi e fortunati a resistere e poi trovare il gol con una bella ripartenza – ha raccontato Castori in sala stampa -. Nel secondo tempo abbiamo fallito il raddoppio, e poi Rosina ha trovato quella magia, sulle palle inattive la Salernitana è micidiale. Quella era proprio la mattonella adatta per un mancino come lui o come Vitale. Accettiamo il risultato, un pari a Salerno è un buon risultato. In questo campionato così equilibrato muovere la classifica è molto importante. Rammarico per non aver battuto la Salernitana? Più all’andata, quando eravamo avanti di due gol e poi riuscirono in una gran rimonta

Infine Castori dà un giudizio anche sul percorso dei granata in campionato analizza: “Parliamo di una buona squadra, dinamica, pericolosa sui calci piazzati, già all’andata dissi che non era una squadra con ambizioni di alta classifica. Con tutto il rispetto penso che chi al momento la precede in classifica ha qualcosa in più.”

 

 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *