di SABATO ROMEO

La parata dell’anno. Milan-Napoli 0-0 la decide Donnarumma, autore di un miracolo nel recupero del secondo tempo che inchioda i partenopei e serve alla Juventus l’assist per lo Scudetto. L’emozione nella coda di una partita dai due volti, con gli azzurri contratti nel primo tempo, meno nella ripresa anche se un Milan attento e caparbio aveva lasciato solo le briciole.

Il primo tempo è gran parte di marca rossonera: gli uomini di Gattuso riescono a soffocare la manovra azzurra e con trame di gioco ragionate manda più volte in tilt il centrocampo azzurro chiamando Albiol e Koulibaly a fare gli straordinari sui cross insidiosi di Suso e Calhanoglu. Bonaventura mette subito Reina sugli attenti, mentre Kalinic non riesce a convertire in rete gli spioventi provenienti dalle fasce. Il Napoli è tutto in un destro da fuori di Callejon e in bagliore di luce impreciso di Insigne, faticando a trovare tempi e spaziature per far male ad un Milan attento. E nel finale di tempo Musacchio troverebbe addirittura il gol ma la posizione di partenza dell’argentino è di offside.

Nella ripresa però il Napoli alza i ritmi e inizia a far paura: Hamsik sparacchia da pochi passi, Callejon prima sbatte su Rodriguez poi è proprio l’elvetico ad anticiparlo ad un passo da Donnarumma. Il Napoli costruisce i presupposti per l’assedio quasi annullando le scorribande rossonere. Nel cuore della ripresa la doppia mossa: fuori Hamsik e Mertens, in ombra, dentro Zielinski e Mertens. Il finale è palpitante ma l’occasione che vale lo Scudetto arriva all’ultimo minuto: Milik da pochi metri colpisce ma Donnarumma sfodera il miracolo che rischia di indirizzare il tricolore verso Torino.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *