Suidicio Nocerina, la vetta ora è un miraggio. Perdono due punti preziosi i molossi che nella sfida casalinga contro la Gelbison non vanno oltre lo 0 a 0 (fallendo anche un calcio di rigore con Russo al 58esimo) e regalano il primo posto solitario alla Vibonese. Un pari che ha il sapore di una sconfitta per i rossoneri ora a meno 2 dalla vetta a 2 partite dalla conclusione del campionato.
Di riflesso a sorridere è, appunto, la Vibonese, corsara in casa dell’Ebolitana per 3 a 1. I calabresi chiudono i primi 45 minuti avanti già 2 a 0 e senza problemi gestiscono il vantaggio poi rimpolpato con il terzo gol. Per i campani la sconfitta odierna non modifica la classifica che li vede stabilmente in zona playout.

Nel girone H la Cavese di mister Bitetto archivia, seppur con qualche patema finale, la pratica Gragnano ed accorcia sul Potenza sconfitto dal Nardó. Gli aquilotti passano in vantaggio già al 20esimo con il solito Martiniello. Rete poi raddoppiata soltanto 6 minuti dopo da Fella. I padroni di casa, però, non si danno per vinti e ad un quarto d’ora dal termine accorciano le distanza grazie al gol di Gassama. La Cavese non si fa sorprendere nel finale e porta a casa un successo fondamentale utile a tener vive le residue speranza di agguantare il primo posto a 180 minuti dal termine della stagione.

Brutto ko, invece, per la Sarnese che esce con le ossa rotte dallo scontro salvezza con il San Severo. Un 3 a 0 senza storia quello subito dai granata caduti sotto i colpi di Kameni, Braidich e Florio. Una sconfitta che risucchia i granata in zona playout, ora agganciati a quote 32 dalla Frattese vincitrice dell’altro scontro diretto contro il Pomigliano.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *