“Biancazzurro e granata, Schalke e Salerno alè”, il coro che riecheggiava ieri pomeriggio nella Sud Siberiano dello stadio Arechi. Un urlo gridato a gran voce dagli ultras granata, che durante il match contro il Cittadella hanno voluto onorare ancora una volta il rapporto con i “fratelli” tedeschi dello Schalke 04, recentemente colpiti dalla repressione in seguito agli incidenti avvenuti dopo la semifinale di Coppa di Germania contro l’Eintracht Francoforte.

Nel match disputato con i veneti, infatti, la torcida della Salernitana ha srotolato nell’anello inferiore della curva Sud un messaggio in lingua tedesca, proprio in onore degli ultras di Gelsenkirchen. Il contenuto dello striscione (“Wir stehen den ultras Gelsenkirchen beiseite“, che tradotto vuol dire “Vicini alla Gelsenkirchen ultras“), ha rappresentato un ennesimo segnale di grande vicinanza tra le due tifoserie, le quali nonostante i tanti chilometri che dividono Salerno da Gelsenkirchen, non perdono occasione per mostrare con fierezza l’amicizia che le unisce.

Un rapporto molto forte, che s’è esteso e consolidato nel tempo ed ha raggiunto l’apice la scorsa settimana, quando una delegazione di ultras della Curva Sud Siberiano, appartenenti al gruppo Nuova Guardia, ha raggiunto la Germania per assistere al sentitissimo match di Bundesliga tra Schalke 04 e i rivali storici del Borussia Dortmund. Una “macchia” granata nell’oceano biancazzurro che non è passata inosservata, ed ha inorgoglito anche tanti altri tifosi del cavalluccio marino. Alla Veltins-Arena, i padroni di casa hanno accolto con grande rispetto gli ultras di Salerno, ricordando anche l’icona del tifo granata, Carmine Rinaldi, 8 anni dopo la sua scomparsa. Il coro “Siberiano è il capo degli ultrà”, lanciato dai responsabili del tifo biancazzurro e cantato con grande partecipazione dall’intera curva tedesca, ha rappresentato un momento davvero toccante della sfida vinta dai biancazzurri contro il Borussia. Un gesto per cui i salernitani hanno mostrato grande apprezzamento, ricambiando la vicinanza alla tifoseria biancazzurra nella partita disputata ieri. Ancora una volta, dunque, attestati di stima e rispetto reciproci. Ancora una volta, “biancazzurro e granata”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *