di STEFANO MASUCCI

Perugia-Salernitana 1-1, ecco di seguito le pagelle granata:

Radunovic 7,5.Gara sontuosa, forse la migliore in stagione. Provvidenziale in uscita su Cerri, nella ripresa dalle stalle alle stelle in meno di un secondo. Pasticcia sulla conclusione velleitaria di Musacchio, provvidenziale subito dopo sul tap-in di Pajac. Vola sul siluro di Diamanti, respinge anche il colpo di testa di Di Carmine.

Mantovani 6,5. Il migliore della difesa a tre varata da Colantuono, nonostante un fisico non propriamente da corazziere. Quando va a sbattere contro Cerri gli rimbalza letteralmente contro, però non si arrende e riesce a effettuare un paio di chiusure in bello stile. Quello non gli manca. Provvidenziale un salvataggio sulla linea in apertura di match.

Monaco 6. Ingaggia un duello rusticano con Cerri da calcio d’altri tempi, i due se le danno di santa ragione per oltre 90′. Non gli manca la personalità, ma quando va sopra le righe rischia troppo, come in occasione del pestone che l’arbitro valuta in maniera fortunatamente errata per la Salernitana.

Tuia 6,5. In avvio Di Carmine lo semina sfiorando la rete, poi potrebbe chiudere meglio in occasione del pari umbro. Dopo l’1-1, però, non sbaglia più nulla. Sale in cattedra con due-tre interventi d’alta scuola.

Casasola 6. Croce e delizia. Da punta pura l’inserimento che porta al gol di Rosina, quando attacca lo spazio con cattiveria e tempismo da numero 9. Nella ripresa si fa saltare troppo facilmente da Pajac, dal cui cross scaturisce la rete del pari.

Akpa Akpro 5,5. A tratti, d’altronde la condizione è ancora quella che è. Schierato a sorpresa dal 1′, finchè è in campo ci mette comunque un’apprezzabile generosità, anche lui chiude in ritardo su Pajac. Esce stremato (38’st Ricci sv).

Signorelli 5. Perde un paio di palloni che definire sanguinosi sarebbe riduttivo. Colantuono gli dà un’altra chance, lui fallisce nuovamente. Stagione negativa per il regista venezuelano.

Minala 5,5. Primo tempo sufficiente, come gli capita ormai da mesi cala nettamente nella ripresa, sbagliando qualche pallone di troppo fino al cambio (22’st Odjer 6. In una partita così fisica non si sottrae alla contesa).

Vitale 6. Cross telecomandato a premiare l’inserimento di Casasola, dal quale nasce il momentaneo vantaggio granata, anche in fase difensiva sembra soffrire meno del solito, almeno nella prima parte di gara.

Rosina 7. Il migliore, come ormai d’abitudine nelle ultime settimane. E non soltanto per il gol, quanto per la vivacità atletica che mai aveva mostrato prima d’ora in maglia granata. Al momento è il faro della squadra.

Bocalon 5,5. Tanti contrasti, persi e vinti, ma nessuna conclusione verso lo specchio avversario. Si danna l’anima per cercare di essere d’aiuto alla squadra anche fuori dall’area di rigore (25’st Rossi 5,5. Non riesce a incidere).

All. Colantuono 6. Buon punto che avvicina ancora di più la Salernitana alla salvezza, il 3-5-2 non molla e la squadra ottiene anche grazie a un super Radunovic un pareggio che chiude virtualmente il discorso sulla permanenza in categoria.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *