PERUGIA-SALERNITANA ROSINA

Un pareggio d’oro e una salvezza aritmetica soltanto rinviata. Esce indenne e con mezza permanenza in serie B in tasca la Salernitana, mai doma sull’ostico campo del Perugia. Il pari strappato in Umbria permette agli uomini di Colantuono di fare un grande salto verso la salvezza anche se per la matematica c’è bisogno di un altro sforzo. Con sette lunghezze di vantaggio su Entella, Avellino ed Ascoli, tutte ferme a quota 41, ai granata mancano due punti per poter brindare già sabato all’Arechi, quando ospite della truppa di Colantuono sarà un Entella in grandissima difficoltà.

Vincere per essere padroni del proprio destino ma alla Salernitana sabato potrebbe bastare anche un pari: tutto infatti dipenderà dall’esito dello scontro diretto infuocato fra Ascoli ed Avellino. In caso di contemporaneo pareggio al “Del Duca”, anche ai granata basterà dividere la posta in palio per restare a +7 a due sfide dalla fine ed essere così irraggiungibili per il trio Entella-Avellino-Ascoli. Eppure, visti i tanti scontri diretti che vedranno coinvolte nelle prossime settimane le squadre alle spalle dei granata in classifica, anche perdendole tutte la Salernitana potrebbe brindare alla salvezza. 180 minuti e un obiettivo ormai ad un passo: la Salernitana aspetta solo l’aritmetica certezza per brindare ancora alla B.

 

 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *