La punizione contesa. Episodio discutibile, quello accaduto nella ripresa del match tra Salernitana ed Entella, quando Vitale e Rosina, in seguito a un calcio di punizione a favore, hanno avuto un battibecco su chi dovesse incaricarsi del calcio piazzato. La reazione del terzino sinistro, che poi ha battuto la punizione chiamando l’estremo difensore avversario all’intervento, è stata fin troppo plateale, con una spinta vigorosa al danni del fantasista calabrese, allontanato malamente dal compagno di squadra. Il tutto tra i fischi dei tifosi, che non hanno di certo apprezzato il momento di nervosismo ampiamente evitabile, specie considerando il brutto fallo che Vitale ha commesso sul capovolgimento di fronte.

Colantuono, non nuovo a questo tipo di episodi, ha così immediatamente chiamato a se Popescu per sostituirlo con l’ex Ternana, cambio accompagnato dai mugugni di buona parte dell’Arechi. I due, nonostante la vittoria finale e la salvezza matematica, si sono ignorati dopo il 90′. E non è il primo episodio che chiama Colantuono ad una decisione netta, immediata. Basti pensare all’esclusione di Zito, che dopo aver preso un cartellino rosso per l’ingenua espulsione rimediata contro il Brescia, oggi è rimasto fuori dalla lista dei convocati. O anche ai due calci di rigore falliti quest’anno dallo stesso Zito contro l’Avellino e da Kiyine contro la Cremonese, nonostante non fossero loro i tiratori designati. In entrambi i casi Colantuono strigliò duramente i suoi negli spogliatoi alla ripresa, chissà che non lo farà nuovamente lunedì…

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *