di STEFANO MASUCCI

Restare indifferenti era qualcosa di difficile. Una storia che ha commosso tutta l’Italia, cui nemmeno Joseph Minala, calciatore della Salernitana, è riuscito a rimanere indifferente. E’ andato ieri sera in onda il servizio de Le Iene, che hanno raccontato l’intera vicenda di Filomena Lamberti, donna salernitana sfregiata con l’acido dall’ex marito nel 2011 dopo avergli comunicato l’intenzione di volersi separare. Già nelle scorse settimane, Nina Palmieri, l’inviata del programma Mediaset era stata avvistata a Salerno nei pressi di via Irno per andare alla caccia dell’uomo, che anche davanti alle telecamere ha avuto peraltro il coraggio di ribadire il gesto mostruoso messo in atto con parole agghiaccianti, come “Lo ha voluto lei, mi ha portato all’esasperazione“, e “Lo rifarei di nuovo“. E’ diventato, dopo anni di lotte non solo interiori, un simbolo Filomena, che non ha avuto paura di raccontare la sua terribile storia, anche per tentare di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’approvazione della legge di omicidio di identità che prevede una pena non inferiore ai 12 anni.

E mentre il risveglio, soprattutto quello social, era permeato dal dolore e dallo choc che il servizio andato in onda su Italia 1 ha fatto emergere, anche un calciatore che nel suo giorno di riposo, dopo aver raggiunto la salvezza con la propria squadra si concede una serata di relax davanti alla tv, rimanga segnato dalla drammatica vicenda. Si tratta di Joseph Marie Minala, che pure nella vita ha dovuto superare diverse prove ardue, che ha affidato ad una Instagram Story le sue sensazioni. Intorno alle 23 di ieri sera, infatti, è partito spontaneo l’appello per cercare un contatto con la donna, per donarle una maglia della Salernitana, offrendo a chi gli avesse dato giuste informazioni un’altra casacca granata. E nel pomeriggio di oggi si è così consumato l’incontro tra l’eroe del Partenio e Filomena, immortalato con uno scatto accompagnato da un cuore. Un gesto spontaneo quello del mediano camerunese, che ha voluto nel suo piccolo offrire supporto e sostegno alla signora Filomena. Restare indifferenti era qualcosa di difficile…

 


Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *