Alessandro Rossi delusione

di SABATO ROMEO

Gli ultimi novanta minuti della stagione, poi sarà riposo. Salernitana-Palermo chiuderà il campionato dei granata, matematicamente salvi da diverse settimane e pronti a tuffarsi sul futuro. Per la sfida dell’Arechi, Colantuono sembra intenzionato a riconfermare il 3-4-1-2 con qualche novità di formazione. Soprattutto in attacco. I gol nell’amichevole con il Centro Storico alimentano le speranze di vedere Palombi e Rossi dall’inizio nel tandem offensivo. Alle loro spalle spera Kiyine, voglioso di mettersi in luce prima di raggiungere il ritiro del Marocco in vista del prossimo Mondiale. In mezzo al campo scalpita per una maglia da titolare il giovanissimo Gaeta, che a Foggia ha fatto il suo esordio con i granata. Potrebbe avere una chance anche Asmah sulla sinistra ma non è da escludere che Colantuono conceda qualche minuto pure a Novella, difensore della Primavera reduce dall’esperienza con la B Italia. In difesa invece Mantovani, Tuia e Monaco dovrebbero proteggere ancora una volta Radunovic.

Ma la sfida con il Palermo potrebbe essere l’ultima con la maglia della Salernitana per diversi calciatori. Radunovic ritornerà all’Atalanta con poche chance di riconferma viste le sirene provenienti dalla serie A. Da capire il futuro di Tuia che attende di conoscere le reali intenzioni della società granata. In mezzo al campo Minala e Ricci ritorneranno a Roma (sponda Lazio il primo, alla Roma il secondo in attesa di rilanci del ds Fabiani). Passerella per Zito, mentre resta da capire il futuro di Vitale che nel girone di ritorno è stato utilizzato con il contagocce. In attacco Palombi ritornerà alla Lazio così come Rossi mentre per Orlando, voglioso di disputare i primi minuti stagionali, sembra concreta la possibilità di restare in granata. Ultima dell’anno ma non solo: Salernitana-Palermo potrebbe regalare applausi e addii.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *