Attacco spuntato ed emergenza difesa. Per il Palermo di Roberto Stellone che farà visita domani alla Salernitana non è un momento magico. Tanti infatti sono i problemi di formazione per i rosanero, vogliosi di chiudere al meglio la stagione regolare per concentrarsi sui playoff promozione. Tanto passerà dalla trasferta dell’Arechi, gara da vincere per blindare il quarto posto e sperare in un passo falso del Parma volando addirittura al terzo posto. “Servirà determinazione, grinta e cattiveria per portare a casa una partita difficile – ha raccontato Stellone in conferenza stampa -. A fare la differenza devono essere le motivazioni, sappiamo quanto conta il terzo o il quarto posto e abbiamo voglia di ritornare al successo per lanciare comunque un messaggio. Salernitana? Non sappiamo come giocherà, è possibile che cambieranno volto. Servirà essere duttili, bravi nel cambiare modulo a seconda delle scelte dei nostri avversari. Affronteremo una Salernitana spensierata, pronta a fare una grande partita contro un avversario importante come il Palermo. Negli ultimi anni anche le squadre senza obiettivi se la giocano senza scansarsi e questo per me rappresenta onorare il campionato”.

Per una classifica che non sorride c’è una situazione infortunati che preoccupa e non poco. “Coronado verrà con noi ma non ha lavorato con la squadra – ha ammesso Stellone -. Lo utilizzerò solo se servirà un miracolo ma vogliamo risparmiarlo per i playoff. Non ci saranno Bellusci, Nestorovski, Posavec e Rolando. Ho tanti problemi ma abbiamo lavorato bene e spero di poter riavere diversi calciatori al top per settimana prossima”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *