Stagione archiviata. È già tempo di concentrarsi sul futuro in casa Salernitana. La sconfitta col Palermo ha messo la parola “fine” al campionato di B e a una stagione senza sussulti, con una salvezza acquisita con largo anticipo al termine di un torneo vissuto sull’altalena delle emozioni. Il mercato però già incombe e per la società granata è tempo di valutazioni, per provare a dare forma alla rosa che verrà.

CHI RESTA – Oltre al portiere Russo, legato da un contratto fino al 2020, Colantuono ripartirà da Bernardini, protagonista di un rinnovo complicato ma col lieto fine. Con l’ex Livorno ci saranno anche Casasola e Pucino, note liete del campionato granata. Riconfermato anche Mantovani, ancora inserito nella lista under e prospetto sul quale il ds Fabiani conta e non poco. In mezzo al campo Odjer è forte di un contratto fino al 2020 e quando chiamato in causa con Colantuono non ha sfigurato. In avanti la stella polare sarà Rosina, migliore dei suoi nelle ultime apparizioni convincendo anche i piani alti della società granata. Verso la conferma pure Bocalon, investimento più che oneroso dello scorso mercato estivo.

I DUBBI – Tanti invece sono i calciatori ancora alla ricerca di conoscere il proprio futuro. A partire da Tuia, in scadenza nel prossimo giugno e in attesa di una chiamata dal club nonostante le sirene sempre più forti provenienti da Benevento. Stessa storia anche per Schiavi: ieri il capitano granata ha festeggiato le 300 presenze da professionista ma il triennale firmato nel 2015 è ormai giunto agli sgoccioli. Motivi comportamentali e tecnici potrebbero invece portare rispettivamente Vitale e Popescu a salutare Salerno, anche se con il primo si proverà a ricomporre la frattura post-Entella. Aspetta buone notizie anche Akpa Akpro: il mediano franco-ivoriano si è imposto in questo finale di stagione, il suo contratto è in scadenza nel prossimo giugno anche se l’opzione per il rinnovo triennale è ipotesi più che suggestiva per il club campano. Sarà un’estate torrida invece per Sprocati: il “golden-boy” della Salernitana fa gola in serie A e potrebbe rappresentare la plusvalenza per rimpinguare le casse granata. In sospeso anche il futuro di Orlando e Rossi: i due, in prestito dalla Lazio, potrebbero però restare un altro anno e cercare maggior fortuna dopo un’annata in chiaroscuro. Quasi nulle le chance di riconferma invece per Zito, ai margini da settimane.

GLI ADDII – Un esercito di calciatori è pronto a salutare Salerno: andranno via Radunovic (di nuovo all’Atalanta nonostante qualche flebile speranza di trattenerlo ancora in granata), Adamonis (di ritorno alla Lazio) e Iliadis (a parametro zero) tra i pali. In difesa rischia Monaco: con il Perugia si cercherà di abbassare le cifre del riscatto. Dirà addio anche la meteora Asmah. In mezzo al campo Ricci e Minala faranno ritorno a Roma (sponda Roma il primo, alla Lazio il secondo) mentre per Signorelli, legato fino al 2020, le percentuali di riconferma sono pari allo zero. Chi invece ha detto già addio è Della Rocca, mai nel vivo del progetto Colantuono. Difficile la permanenza di Kiyine visto il riscatto (altissimo) per acquisire il cartellino del marocchino, mentre Palombi saluterà nell’indifferenza dopo la parentesi senza gioie all’Arechi.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *