Kiyine salernitana

Caratterizzato dalla discontinuità dei propri componenti, il centrocampo è stato il ruolo che forse ha dato meno garanzie alla Salernitana. Minala e Ricci sono stati i punti fermi di un reparto che ha spesso cambiato volto durante la stagione, rimodellato a gennaio dalle cessioni di Alex, Gatto e Rizzo e dall’acquisto di Akpa Akpro. Di seguito le pagelle finali di ogni calciatore, frutto delle medie aritmetiche dei voti assegnati dalla nostra redazione durante campionato.

Joseph Minala (media 5,71): Dovesse valere soltanto il gol vittoria realizzato nel derby con l’Avellino il suo voto sarebbe 10. Ma il campionato, soprattutto quello di serie B, necessità di una buona dose di continuità e non sempre il centrocampista camerunese è riuscito ad essere incisivo come nel pomeriggio del Partenio.

Matteo Ricci (media 5,64): La fase d’ambientamento è stata più lunga del previsto, i suoi primi mesi in maglia granata non sono stati certamente da ricordare. Ha alzato il suo livello nella parte centrale della stagione, dove sono arrivate anche le prime reti salernitane, per poi ritornare a “balbettare” nella fase conclusiva del campionato.

Moses Odjer (media 5,71): Annata complicata per il ganese che non è riuscito a custodire la titolarità conquistata negli anni scorsi. Sia Bollini che Colantuono hanno fatto capire di non nutrire grande fiducia nei suoi confronti. Il suo campionato non ha mai spiccato il volo, costringendolo per lunghi tratti a vagare nella penombra.

Franco Signorelli (media 5,3): Acquistato per innalzare il tasso tecnico della squadra non è praticamente mai riuscito a fare la differenza. Troppo spesso lontano dal vivo del gioco le sue prestazioni non sono mai state degne di nota.

Antonio Zito (media 5,6): Utilizzato col contagocce è sceso in campo appena tre volte nel girone d’andata riuscendo a trovare un po’ di spazio soltanto a metà torneo. I tre gol realizzati sono serviti a rendere meno amara la sua stagione.

Francesco Della Rocca (media 5,25): Ha praticamente trascorso l’intera stagione tra panchina e tribuna. Sono state appena 6 le sue apparizioni nelle quali non è riuscito ad impressionare mister Bollini prima e Colantuono poi. Con quest’ultimo che gli ha riservato soltanto uno scampolo di partita.

Kiyine (media 5,76): L’arrivo di Colantuono è stato fondamentale per la sua crescita stagionale. Il gol a Chiavari alla prima dell’ex allenatore dell’Atalanta è stato segno premonitore. Nel ruolo di mezz’ala ha finalmente trovato la giusta continuità utile a riscattare un difficile avvio. Continuità che gli ha permesso di conquistare anche la maglia della nazionale marocchina.

Akpa Akpro (media 5,9): Giunto a Salerno da svincolato ci ha messo un po’ a mostrare le sue qualità. L’esordio a La Spezia, complice una condizione fisica da ristabilire, fu da brividi. Partita dopo partita, però, la sua crescita è stata esponenziale. Con lui la Salernitana sembra aver trovato una buona base su cui costruire il centrocampo del futuro.

Leonardo Gatto (media 5,75): Solo 6 mesi in granata per lui nei quali però non ha di certo demeritato, garantendo sempre tanta corsa e sacrificio. La sua pecca è stata quella di non innalzare ulteriormente il suo livello perdendo così la chance di una riconferma anche a gennaio.

Alex (media 5,92): Il suo addio nel mercato di riparazione fu per certi aspetti sorprendente. Con Bollini stava pian piano trovando la giusta collocazione dando l’impressione di poter diventare una pedina importante nello scacchiere granata.

Giuseppe Rizzo s.v: Difficile se non impossibile giudicare la sua avventura con la maglia dell’ippocampo. Solo scampoli di partita per lui finito nella lista delle cessioni al termine del calciomercato invernale.

Danilo Gaeta s.v: Prodotto del vivaio granata ha fatto il suo esordio in serie B durante la sfida contro il Foggia per poi bissare nel match con il Palermo nel quale Colantuono ha deciso di regalargli una maglia da titolare. Il futuro suo futuro potrebbe essere ancora a tinte granata.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *