PERUGIA-SALERNITANA ROSINA

Tanti alti e bassi per ciò che riguarda il reparto offensivo granata, con Bollini prima e Colantuono poi che hanno dovuto fare i conti con un rendimento troppo altalenante. Prima parte di stagione strepitosa per Mattia Sprocati, sul tramonto del campionato si è visto un Rosina in grande spolvero, come mai forse prima d’ora in granata. Ecco a voi le pagelle di fine stagione, ricavate dai voti assegnati dalla nostra redazione nell’arco di tutto il campionato.

Nunzio Di Roberto, 5.58: Diciassette presenze senza lasciare traccia alcuna. Altra delusione del campionato l’esterno ex Crotone, che non è mai riuscito a trovare continuità di impiego, limitandosi a sporadiche apparizioni a gara in corso. Zero gol all’attivo e tanti dubbi sul suo futuro…

Emanuele Cicerelli, 5.25: Appena tre apparizioni, prima di andar via nel mercato di gennaio. Troppo poco per provare ad esprimere le proprie qualità.

Simone Palombi, 5.53: La grande delusione del mercato di gennaio. Arrivato a Salerno in virtù della decisione di Lotito dopo i tentennamenti iniziali, l’attaccante scuola Lazio non è mai riuscito a rendersi protagonista in granata. Una sola rete “rubata” a Rossi, e tanti, tanti errori non solo di natura tecnica. Chiude tra i fischi dell’Arechi.

Riccardo Bocalon, 5.5:. Croce e delizia, pochi alti e qualche basso di troppo. La strepitosa doppietta all’esordio casalingo contro la Ternana lasciava presagire altri scenari. Invece il ‘doge’ ha faticato più del previsto, trovando la doppia cifra in campionato ma lasciando in dote errori clamorosi sotto porta. Apprezzabile nella seconda parte di stagione la voglia di aiutare maggiormente la squadra.

Rossi, 5.86: Chiude in maniera negativa, ma è un peccato, perché il pupillo della Primavera laziale era partito forte, impressionando tutti per forza fisica e cattiveria. Un torello da combattimento, che tuttavia troverà solo due reti (gran doppietta contro il Bari), prima di smarrirsi in seguito al cambio in panchina e qualche infortunio di troppo.

Mattia Sprocati, 6.01: L’esterno brianzolo ha fatto toccare numeri da serie A. Per un esterno 10 reti in campionato sono bottino sufficiente per sognare il grande salto, anche in virtù di innate qualità tecniche che ne hanno fatto il trascinatore granata per buona parte della stagione. Peccato l’atteggiamento abulico delle ultime settimane, poteva chiudere un’annata importante in maniera diversa. Decisivo in entrambi i derby con l’Avellino.

Alessandro Rosina, 6.12: Desaparecido per buona parte della stagione, quando chiamato in causa spesso fallimentare. Poi, la svolta improvvisa. Una ritrovata condizione fisica ne ha fatto l’elemento di spicco per distacco nella volata finale di campionato. Non basta una rondine a far primavera, ma ripartendo dalle ultime prestazioni, Rosina potrebbe rivelarsi elemento imprescindibile nell’undici di Colantuono per la prossima stagione.

Alejandro Rodriguez, 5.66: Alcuni errori marchiani sotto porta anche per lui, però anche il merito di aver riaperto il derby con il suo gol. L’esultanza alla Peter Pan sotto la Curva si è vista solo a margine della doppietta contro lo Spezia, poi l’addio e il passaggio all’Empoli. Con i quali ha castigato i granata con una doppietta.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *