Attraverso una nota stampa pubblicata sul proprio sito internet, la Figc ha reso noto di aver deferito Pepe Reina, Paolo Cannavaro e Salvatore Aronica, e per responsabilità oggettiva le loro ex squadre Napoli, Sassuolo e Palermo in merito all’inchiesta antimafia compiuta dalla DDA di Napoli. Nel mirino della giustizia sportiva “le inopportune ed assidue frequentazioni di Paolo Cannavaro con Esposito Gabriele, pregiudicato, Esposito Francesco ed Esposito Giuseppe, titolari di fatto dell’agenzia di scommesse Eurobet sita in Napoli alla piazza Mercato” unito alla richiesta fatta ai dirigenti del club partenopeo De Matteis, Formisano e Cassano “il rilascio di n. 2 (due) biglietti omaggio in favore di “soggetti notoriamente affiliati e/o attigui al clan camorristico Lo Russo”.

Nei guai anche Pepe Reina: l’estremo difensore è stato deferito “per avere intrattenuto e continuato ad intrattenere tutt’ora inopportunamente rapporti di frequentazione ed amicizia con Esposito Gabriele, pregiudicato, Esposito Francesco ed Esposito Giuseppe – proprietari di fatto dell’Agenzia di scommesse EUROBET in Napoli alla Piazza Mercato, concretizzatisi in vacanze, scambio di cortesie (disponibilità d’uso di auto di grossa cilindrata di proprietà di Esposito Gabriele e agevolazioni all’accesso in zona riservata dello stadio San Paolo in occasione delle gare ufficiali)”. Il Napoli è stato deferito per responsabilità oggettiva, così come Palermo e Sassuolo (club in cui militavano Cannavaro e Aronica). Nei guai anche i dirigenti Formisano e Cassano oltre al team manager De Matteis.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *