giada franco

Se l’avesse sognato, probabilmente, non avrebbe saputo immaginarlo più bello. Perché il 2018 di Giada Franco si è tramutato in una favola che la rugbista salernitana non avrebbe mai potuto immaginare. La 22enne originaria di Baronissi sabato si è laureata campionessa d’Italia con il Rugby Colorno, società parmense che è riuscita a riscattare la bruciante sconfitta subita un anno prima proprio contro il Valsugana Rugby. Stavolta, però, la voglia di rivalsa delle “Furie Rosse” non ha lasciato scampo alle venete, superate 29-20 dalle emiliane. Un’impresa che regala al Colorno il primo scudetto della sua storia e che, allo stesso tempo, consegna a Giada Franco la definitiva consacrazione nel mondo della palla ovale.

La 22enne italo-brasiliana – che è anche vice capitano – ha disputato l’ennesima prova brillante, guadagnandosi il titolo di woman of the match. Soddisfazione doppia per la giovane nata nel Salerno Rugby e diventata in breve tempo una delle atlete più interessanti del rugby femminile italiano. Nello scorso mese di marzo Franco ha fatto il suo esordio con la Nazionale maggiore, disputando un grande Sei Nazioni, condito da due vittorie e una meta (clicca qui per leggere l’articolo). Un sogno arricchito dalla conquista del primo tricolore con la maglia del Colorno. «Sono felicissima e onorata di come sia andata questa stagione. Dal primo cap con l’Italia, alle due partite vinte al Sei Nazioni, passando per questo meraviglioso scudetto. È un’emozione unica», racconta l’atleta italo-brasiliana che, con tenacia, determinazione e passione ha costruito il suo 2018 da favola.

foto di Michael Galli tratta dalla pagina Facebook del Colorno Rugby

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *