di RENATO DEL MASTRO

La seconda edizione di Buonissimi 2018, gara di solidarietà, aprirà i battenti il prossimo 18 giugno dalle ore 20.30 presso le Rocce Rosse del Lloyd’s Baia Hotel a Vietri sul mare (SA), l’evento di beneficenza è sostenuto dalla Fondazione Pino Daniele Trust Onlus e dalla generosità della famiglia Marinelli attraverso la Fondazione Marinelli.

Organizzato dall’Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma Open Onlus, presieduta dall’infaticabile Annamaria Alfani, parte già con il piede giusto visto che la prima edizione vide la raccoltala di ben 58.000 euro! “Ovviamente quest’anno ci auguriamo di superare la cifra così da destinare più fondi al progetto di ricerca legato allo sviluppo della biopsia liquida per la cura dei bambini con Neuroblastoma” si augura la Alfani. L’edizione 2017 si è realizzata grazie ad oltre 100 artigiani del gusto, stavolta un altro piccolo esercito realizzerà una serata unica in nome del progetto di ricerca in oncologia pediatrica della Open Onlus.

Il leitmotiv, anche quest’anno, sarà il buon cibo, accompagnato dalla musica della Compagnia di Canto Popolare, del Rock Fun Show di Marco Biondi (from Pop New Tv) e Pf Colombi da Radio Virgin e dalla simpatica voce dello speaker di Radio Kiss KissPippo Pelo.

“Per noi che organizziamo l’evento, Buonissimi è diventato per noi un appassionante impegno per buona parte dell’anno. Coordinare e far sì che sia sempre all’altezza delle aspettative degli ospiti, degli chef e dei produttori è sempre una bella sfida. Quest’anno si è voluto dare il tema del “Mediterraneo che unisce” coinvolgendo le eccellenze delle regioni Puglia e Sicilia che con entusiasmo hanno risposto al nostro invito”, hanno raccontato le due colonne portanti di Buonissimi, Paola Pignataro e Silvana Tortorella.

Un tema sempre più sotto i riflettori, dunque, e di grande respiro quello del Mediterraneo, inteso come scrigno di sapori, odori e gusti condivisi e condivisibili. Un tema che strizza l’occhio alla “cucina del benessere”, ovvero a quell’approccio che guarda al cibo come un’opportunità in più per star bene.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *