Nel giorno del suo 99esimo compleanno ad omaggiare la storia della Salernitana non potevano mancare coloro i quali quella stessa storia hanno contribuito a scriverla a suon di gol e grandi prestazioni. Tutte ancora impresse nella mente dei tifosi granata che ieri hanno sfilato per la città prima di terminare il loro corteo sull’arenile di Santa Teresa. Lì, infatti, in un clima festa si sono ritrovate le “vecchie glorie” del cavalluccio marino che si sono sfidate in un match di beach soccer nel quale hanno dimostrato di non aver del tutto perso lo smalto di un tempo. Sono stati in tanti ad aver voluto presenziare in uno dei giorni più emozionanti della storia della Salernitana. Dai bomber Pisano, Ferraro, passando per Cudini, Tosto, Soviero, Rachini e i salernitani Enzo Fusco e De Cesare, sono state diverse le stelle granata che hanno voluto omaggiare la loro ex squadra. Tra questi anche Roberto Cardinale, speranzoso di vedere la “sua” Salernitana in palcoscenici più ambiti: “Voglio innanzitutto complimentarmi con i tifosi per lo spettacolo offerto quest’oggi” ha esordito l’ex difensore dell’ippocampo. “Sono orgoglioso di aver vestito granata dai tempi del settore giovanile fino all’esordio in prima squadra. Per la Salernitana e i suoi tifosi è arrivato il momento di fare il salto di qualità. Spero sia questo l’anno buono per l’approdo in A. Anche perché, con tutto il rispetto per le altre società, una piazza come Salerno in massima serie sarebbe seconda a poche”. All’augurio di Cardinale ha fatto seguito anche quello di uno degli idoli della Curva Sud granata come Giorgio Di Vicino: “Ringrazio tutti per l’invito in questa giornata di festa, ci tenevo molto ad essere presente. Di ricordi piacevoli con la maglia della Salernitana ne ho tanti, qui ho trascorso tre anni stupendi della mia vita. Faccio un grande in bocca al lupo alla società e ai suoi tifosi perchè meritano grandi soddisfazioni”. Tra festeggiamenti, ricordi e speranze, la Salernitana e si suoi tifosi sono già proiettati verso la nuova stagione, quella del centenario e chissà di cos’altro.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *