Ultime Notizie

Da Losanna, nella riunione del Comitato Esecutivo della FISU, è arrivato il via libera definitivo per le Universiadi in Campania. Presente anche una delegazione di Napoli 2019 che ha aggiornato il Comitato della Federazione Internazionale sullo stato dell’arte, mostrando i progressi realizzati sia sui servizi che sull’avanzamento dei lavori sulla parte impiantistica. Oltre al commissario Gianluca Basile, la delegazione era composta dalla dirigente dell’area Istituzionale dell’Aru, Annapaola Voto, dal vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, dal Capo di Gabinetto del Comune di Napoli, Attilio Auricchio e dal presidente del CUSI, Lorenzo Lentini.

Il Comitato Esecutivo della FISU, anche a seguito delle risposte ai chiarimenti richiesti dai componenti, ha espresso apprezzamento per la dettagliata presentazione dello stato di avanzamento degli interventi riferiti a tematiche cruciali quali il villaggio degli atleti, l’accoglienza e il sistema dei trasporti, oltre alla sicurezza ed ai servizi medici. In particolare

“Siamo soddisfatti di quello che abbiamo fatto – dichiara il commissario Gianluca Basile -. Il Comitato ha preso atto della piena collaborazione tra le istituzioni territoriali coinvolte e il mondo dello sport. Il Comitato Esecutivo ha, pertanto, confermato in via definitiva lo svolgimento dell’Universiade a Napoli, ribadendo la piena collaborazione per la migliore riuscita dell’evento, che proprio a Napoli ed in Campania potrà coniugare al meglio lo sport, la cultura, l’amicizia tra i giovani e la solidarietà tra i popoli”. Gli fa eco il presidente della Federazione, Oleg Matysin: “Siamo stati lieti di verificare l’ampia e professionale presentazione dell’attività di preparazione dell’Universiade a Napoli. Nonostante i tempi ristretti che ci separano dall’evento, siamo fiduciosi che il programma sarà attuato nei tempi previsti. La Fisu è certa che Napoli, la Campania e l’Italia, faranno da bellissima cornice per una manifestazione sportiva internazionale ma anche di grande valenza culturale e di amicizia tra gli studenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *