Un infortunio choc che aveva spaventato e non poco i protagonisti in campo. Sembra esser passato il peggio per Matteo Ardemagni, bomber dell’Ascoli rimasto infortunato all’Arechi durante la sfida con la Salernitana. L’attaccante ex Avellino subì la frattura scomposta del braccio sinistro dopo un contrasto violento con Francesco Di Tacchio che avevano fatto temere il peggio. “E’ stata una dinamica particolare e molto sfortunata per me – ha raccontato l’attaccante in conferenza stampa – Di Tacchio è stato irruento ma non voleva farmi del male. Il giorno dopo mi ha telefonato per scusarsi ma non c’era bisogno di farlo, è un bravissimo ragazzo. Le immagini sono state choccanti ma ora però il peggio è passato”.

Per Ardemagni il rientro in campo è dietro l’angolo: “Rispetto ai tre mesi pronosticati all’inizio sto guarendo velocementePer inizio novembre dovrei tornare in campo, sto guarendo velocemente. Tutto dipende dalla calcificazioni delle ossa e questo richiede grande attenzione. Non vedo l’ora di tornare e ripagare l’affetto della squadra e della tifoseria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *