valerio mantovani salernitana

di STEFANO MASUCCI

Salernitana-Spezia 1-0, di seguito le pagelle granata:

Micai 6. Un’uscita a vuoto nei primi tempi mette i brividi, insicurezza forse frutto dell’errore di Venezia. Nella ripresa risponde presente su Ricci prima di venire salvato dalla traversa sulla punizione di Galabinov. 

Mantovani 7. Praticamente perfetto. Gara sontuosa per il centrale scuola Toro, che con un recupero propizia l’azione che porta al gol di Bocalon. Nella ripresa altro intervento miracoloso su Bidaoui. 

Migliorini 6,5. Galabinov è un gran brutto cliente, lui lo tiene a bada senza particolari patemi. La punta bulgara si rende pericoloso solo su calcio piazzato. 

Gigliotti 6. Soffre la velocità di Okereke, che quando lo punta gli fa vedere sempre i sorci verdi. Fa comunque alcune cose importanti e intelligenti. 

Casasola 6. Piuttosto impreciso quando si presenta sul fondo, quando c’è da lottare non si tira mai indietro. 

Castiglia 5. Sovrastato dalla mediana avversaria, non riesce mai a entrare in partita. Non è al top della condizione e si vede (30’st Palumbo 5,5. Prova a dare maggiore palleggio alla squadra, ci riesce in parte). 

Di Tacchio 5,5. Gara di cattiveria, questa volta però non riesce mai a imbastire la manovra granata. Prestazione di grande sofferenza. 

Mazzarani 6. Si inserisce alla grande sulla sponda di Bocalon, ma il suo sinistro viene parato, prima del tap in del compagno. Nella ripresa troppo debole la sua conclusione di testa (38’st A. Anderson sv). 

Vitale 5,5. Preoccupato principalmente dalla velocità di Okereke, prova a dare manforte a Gigliotti senza fornire mai supporto in fase offensiva. 

Jallow 5. Svogliato, si accende solo quando ha il pallone tra i piedi, pur non combinando niente di interessante  (9’st Djuric 6. Pochi secondi dopo il suo ingresso in campo sfiora la rete di testa. Si rivede nel finale quando conquista un calcio di punizione che allenta la pressione avversaria). 

Bocalon 7. Ancora in rete, questa volta dopo l’ottima sponda nei confronti di Mazzarani. Tanto lavoro in fase di disimpegno, recupera diversi palloni in mediana. Sempre più decisivo. 

All. Colantuono 5,5. La peggior Salernitana dell’anno trova un successo immeritato dopo la sconfitta di Venezia. Lo Spezia, con un uomo in meno per 45’, domina nettamente la ripresa. Passi il terzo posto in classifica, ma c’è tanto da lavorare. 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *