Prima la tristezza, poi il rispetto. È quanto accaduto stasera allo stadio “Pino Zaccheria” di Foggia, dove andava in scena l’anticipo della 16esima giornata di serie B tra i rossoneri e la Cremonese.

A scuotere l’ambiente, è stata la notizia della morte di un tifoso grigiorosso, durante il tragitto che trasportava i supporters lombardi in Puglia. All’altezza di Teramo, infatti, il giovane sostenitore cremonese avrebbe avvertito un malore nel pullman, facendo subito allarmare gli altri amici e compagni di viaggio. Nonostante l’immediata sosta e la richiesta celere di soccorsi, non c’è stato nulla da fare per il tifoso della Cremonese, le cui precise cause che hanno portato alla morte sono ancora da accertare. Allo Zaccheria, comunque, il pullman della Curva Favalli non è arrivato, lasciando difatti desolatamente vuoto il settore riservato agli ospiti, nonostante i cinquanta tickets venduti in prevendita.

Ad inizio secondo tempo, una volta appresa la notizia del decesso del giovane supporter, la Curva Sud Foggia ha deciso di rimuovere gli striscioni dal proprio settore, “silenziando” il tifo e lasciando la parte centrale vuota, in segno di rispetto. La gara -vinta dai padroni di casa per 3-1 – si è giocata in un’atmosfera surreale e la società grigiorossa ha diramato, tramite la propria pagina web, un comunicato ufficiale di vicinanza agli ultras della Curva e alla famiglia del giovane tifoso.

Fonte foto: pagina Fb Different People Ultras Style

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *