Tanta delusione. Angelo Gregucci non si nasconde dopo Salernitana-Brescia 2-4. Una sconfitta che brucia e che rischia di lasciare strascichi nonostante la sosta invernale. Gregucci ammette gli errori soprattutto mentali messi in mostra dalla Salernitana nel proprio miglior momento. “Non possiamo prendere i primi due gol. C’è stato un atteggiamento sbagliato con la squadra che non ha capito che quelle rappresentavano le possibili svolte del match. Il gol del 2-1 è inammissibile perché lo abbiamo praticamente regalato, mentre il 2-2 è stato un errore di posizionamento e di concentrazione. Abbiamo accusato questi errori oltre che il ciclo di partite ravvicinate soprattutto dal punto di vista fisico. L’infortunio di Akpa Akpro ha cambiato le carta in tavola”.

Gregucci applaude la partenza della sua Salernitana, guardando però già oltre. “Abbiamo proposto, fatto la partita perché volevamo spingere con qualità, dimostrato di avere potenzialità ma c’è ancora tanta strada da fare, sia sotto l’aspetto del gioco che la lucidità in determinate fasi di gioco. Ritiro? Ora valuteremo quale strada prendere perché al ritorno avremo delle sfide difficili”.

E sul mercato il tecnico della Salernitana rimanda ogni discorso: “Sono arrivato da otto giorni, troppo poco per avere un’idea precisa della rosa. Non ho avuto la possibilità di poter programmare le mosse. Ho tanti calciatori funzionali e con loro voglia continuare a mettere in campo l’idea di calcio vista nel primo tempo”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *