Buio pesto. Salernitana-Crotone 0-2 spegne i sogni playoff per i granata, battuti e contestati al triplice fischio finale. Si sperava in un cambio di sceneggiatura visto l’assist servito dalla classifica, ed invece il ko interno, il quinto stagionale, permette alla truppa di Gregucci di inscenare una trama trita e ritrita, fischiata con forza da un Arechi ora stanco e vicinissimo ad una rottura senza precedenti.

La partenza della Salernitana è roboante: al 3’ Calaiò inventa per D.Anderson che tutto solo in area pecca di altruismo servendo Jallow. Il gambiano insacca ma viene fermato dalla bandierina dell’assistente che strozza in gola l’urlo dell’Arechi. I granata assaltano alla porta di Cordaz ma i tentativi di Di Tacchio e Odjer non centrano i pali. Ad andarci vicino è Casasola, fermato dalla traversa sugli sviluppi di un corner. Al primo tiro però il Crotone colpisce: lancio lungo dalle retrovie di Golemic per Nalini che gioca di sponda liberando Simy. Il nigeriano dai 25 metri fa secco Micai e porta avanti i calabresi. La reazione della Salernitana è affidata all’estro di Calaiò che illumina per Jallow che tutto solo però calcia alto. Al 30’ l’Arechi insorge per il secondo gol annullato, questa volta a Casasola, bravo a ribadire in rete la deviazione di Cordaz su precedente conclusione di Calaiò, nettamente in fuorigioco. Al 36’ Jallow pennella per Di Tacchio che di testa schiaccia e costringe Cordaz alla deviazione in angolo. Al 39’ la Salernitana rischia il tracollo: Simy ruba palla a Migliorini e permette a Benali di presentarsi solo davanti a Micai,straordinario però a dire di no al numero dieci calabrese.

La Salernitana approccia al secondo tempo riversandosi in attacco ma al 55’ il Crotone punisce ancora: Migliorini liscia clamorosamente e permette a Simy di involarsi davanti a Micai, dribbarlo e insaccare il raddoppio. Il gol scuote la Salernitana con Gigliotti che impensierisce Cordaz mentre la Curva Sud canta forte contro Lotito. Gregucci lancia nella mischia Orlando per un deludente D.Anderson. L’impeto granata però si spegne presto, avviandosi tristemente alla sconfitta. Gregucci getta nella mischia anche Vuletich e l’argentino impegna severamente Cordaz con un colpo di testa che costringe il numero ospite al miracolo. La chance più ghiotta capita sui piedi di Jallow, che spreca malamente guadagnandosi i fischi dell’Arechi al momento del cambio con Rosina. Nel finale non succede più niente, col Crotone che si vede annullare il tris prima del triplice fischio finale e della contestazione.

RETI: 11’ pt e 10’ st Simy (C)

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai, Gigliotti, Migliorini, Casasola, Lopez, Di Tacchio, Odjer, D. Anderson (17’ st Orlando), A. Anderson (25’ st Vuletich), Jallow (35’ st Rosina), Calaiò.
In panchina: Vannucchi, Akpa Akpro, Pucino, Marino, Mazzarani, Memolla, Minala, Djuric. Allenatore: Gregucci

CROTONE (3-5-2): Cordaz, Curado, Spolli, Golemic; Valietti, Rohden (37’ st Molina), Benali, Barberis, Tripaldelli (46′ st Firenze); Simy, Nalini (27’ pt Machach).
In panchina: Figliuzzi, Festa, Cuomo, Marchizza, Firenze, Gomelt, Zanellato, Mraz. Allenatore: Stroppa

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo (Assistenti: Grossi-Luciano, quarto uomo: Baroni).

NOTE. Spettatori:  7183. Ammoniti: Di Tacchio (S), Golemic (C), Cordaz (C), Odjer (S). Recupero: 1’ pt, 5’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *