Stesso modulo ma con volti nuovi. Angelo Gregucci si avvicina con la sua Salernitana alla delicata sfida col Cittadella e porta con sè i dubbi di formazione. Il tecnico granata ripartirà dal 4-4-1-1 ma si gode l’abbondanza sia in attacco sia sulle fasce che non gli fa dormire sonni tranquilli. Perchè il rientro di Calaiò mette in serio pericolo la posizione di quel Milan Djuric, in rete da due turni consecutivi e voglioso di riconferma. Dubbi per il centravanti ma anche per il ruolo di rifinitore: Rosina scalpita così come Andrè Anderson, dietro nel ballottaggio ma bramoso di una chance.

A centrocampo, senza Akpa Akpro, Di Tacchio e Minala guarderanno le spalle dei due esterni di fascia. A destra Casasola è in vantaggio su Djavan Anderson, a sinistra sembra poter scoccare l’ora di Orlando, con Memolla e l’adattato Jallow a rincorrere. In difesa invece tutto fatto, con Migliorini-Mantovani tandem centrale e Pucino-Lopez nei ruoli di terzini. Dubbi che Gregucci scioglierà questo pomeriggio, nell’allenamento all’Arechi a solo tre giorni dalla sfida decisiva dell’Arechi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *