Le pagelle di Salernitana–Carpi 2-5

Micai 6 – Incolpevole sui tutti e cinque i gol della formazione allenata da Castori. Quasi riesce a deviare il penalty ben calciato dall’ex Casertana Cisse. Nega ad Arrighini la gioia del gol con un ottimo intervento in due tempi. Spesso lasciato in balìa degli avversari da suoi difensori.

Pucino 5 –  Gara per nulla impeccabile quella dell’ex Sassuolo che nel finale prima regala ad Arrighini una ghiotta occasione sventata da Micai, e poi si fa trovare immobile sul suggerimento di Marsura per il 4 a 2 di Sabbione.

Schiavi 4 – Pacchiano l’errore che dà il via al 2 a 1 del Carpi. Il suo ritorno in campo è da incubo.

Gigliotti 5 – Partita di sacrifico per il difensore francese costretto a scalare nella posizione di terzino sinistro dopo l’espulsione di Lopez. Soffre decisamente le accelerazioni di Rolando e Pachonik, meglio in fase offensiva con l’assist da corner per il momentaneo pari di Djuric. Male nel complesso così come i suoi compagni di reparto (38’ st Orlando sv).

Casasola 5 – Come al solito mette in campo fisicità e corsa. Invade spesso la corsia di destra avversaria anche se non sempre i suoi suggerimenti sono precisi.

Akpa Akpro 4 – Primo tempo disastroso dell’ex Tolosa, il quale perde diverse palle scottanti nella propria trequarti campo. Ed è proprio da una di queste che nasce l’azione del calcio di rigore ospite con conseguente rosso sventolato a Lopez. Si rifà parzialmente servendo l’assist per il 2 a 2 di Calaiò. Nella ripresa ritorna a far danni quando un suo ennesimo errore spiana la strada al 3 a 2 (17’ st Rosina 5,5 – Il suo avvio di match è vivace ma si spegne col passare dei minuti)

Di Tacchio 5,5 –  Solita partita di qualità e quantità quella del 14 granata, il migliore tra i centrocampisti. La sua prima parte di gara lascia ben sperare, impalpabile nella ripresa.

Minala 5 – Partita sottotono quella del centrocampista camerunese, impreciso sotto porta quando nel primo tempo spreca una buona occasione sparando addosso a Piscitelli da pochi passi.

Lopez 4,5 – E’ colpevole del fallo da rigore che gli costa l’espulsione quando si fa cogliere di sorpresa dall’inserimento di Rolando.

Djuric 6 – Conferma il suo magic moment realizzando il suo sesto gol in cinque partite. Alla rete aggiunge tanto lavoro sporco e un gioco di sponda degno dei suoi trascorsi (36’ st Jallow sv)

Calaiò 6 – Non sempre nel vivo dell’azione quando tocca palla fa sempre la cosa giusta. Da bomber navigato si fa trovare pronto sull’unico pallone utile servitogli da Akpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *