di NICOLA LANZILLI

Anche a Pescara la Salernitana resta a bocca asciutta. I granata non riescono a conquistare il punto salvezza e crollano nel finale sotto i colpi di Bettella e Ciofani. A poco è servito, almeno per ora, il cambio in panchina con un incolpevole Menichini che ha cercato di trasmettere la giusta serenità ad un gruppo completamente allo sbando. Nel post partita l’allenatore di Ponsacco, però, si è detto fiducioso in vista dei playout da disputare contro il Venezia: “Non siamo venuti qui a difenderci. Abbiamo cercato di fare gioco e renderci pericolosi con manovre offensive attaccando anche sulle fasce. Dopo la prima rete nella mente della squadra sono comparsi inevitabilmente gli spettri dell’intero campionato. Io ho visto un gruppo che voleva vincere, purtroppo non siamo stati precisi in fase di finalizzazione ma non ho visto una squadra allo sbando. Jallow? E’ vero ha fallito il gol salvezza ma sono sicuro che si rifarà ai playout. Credo molto in lui perchè è un giocatore con grandi potenzialità. Dispiace per i tifosi, capisco la loro amarezza e la paura di terminare la stagione in maniera disastrosa ma devono avere pazienza ed essere fiduciosi. Conosco l’affetto che c’è a Salerno, abbiamo bisogno di sostegno. Nonostante la sconfitta la squadra mi è sembrata viva, sono sicuro che questi ragazzi ci daranno grandi soddisfazioni. Hanno le qualità per tentare lo sprint finale”.

 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *