“Quando c’è una posta così alta in palio, la tensione e il nervosismo non favoriscono il bel calcio, ma noi abbiamo interpretato bene la gara”. Bepi Pillon, tecnico del Pescara che ha condannato la Salernitana ai plaoyff, parla così ai microfoni di Radio Bussola.

Sui tanti risultati in ballo dagli altri campi: “Io ero concentrato sulla partita, non volevo telefonini in panchina, solo il team manager poteva controllare. A me dispiace per la situazione del Palermo, ma chiaramente ci capita questo, per noi è un danno lo slittamento dei playoff, abbiamo 4 under 20 e Memushaj con l’Albania, speriamo che la società trovi una soluzione per tenerli con noi. Io li ho fatti i playout, so le difficoltà a livello psicologico di certe situazioni, so che avranno il tempo per lavorare con Menichini, saranno partite molto difficili con il Venezia, non auguro a nessuno di disputare questo tipo di partite”. 

Sulla gara di oggi: “Mentalmente è difficile giocare, soprattutto quando hai l’obbligo della vittoria: il pallone pesa e sono situazioni che ho vissuto. Purtroppo quando sei in questi momenti è davvero dura. Non mi aspettavo di trovare la Salernitana in questa situazione perché stava facendo bene. Ultimamente ha perso qualche partita di troppo e si è infilata in una brutta situazione”.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *