Nessun ripensamento. Gli ultras del Venezia, infatti, continueranno la propria protesta anche allo stadio “Penzo”, nonostante gli appelli di vicinanza della dirigenza veneta e dei calciatori arancioneroverdi.

Quest’oggi, al centro sportivo “Taliercio“, i gruppi organizzati della curva lagunare sono andati a far visita alla squadra per incoraggiarla in vista del match di ritorno del playout in programma domenica pomeriggio a Venezia. Una partita che, come annunciato, non vedrà la presenza degli ultras arancioneroverdi, fedeli alla linea di coerenza presa la scorsa settimana. “Soffriremo ma non ci saremo“, hanno spiegato gli ultras alla squadra, che pure sperava di poter contare sul sostegno del pubblico amico in un match così delicato. Nonostante i prezzi bassissimi adottati dalla società lagunare, dunque, il “Penzo” non dovrebbe far registrare la cornice delle grandi occasioni, anche se va detto che molti tifosi non appartenenti a gruppi organizzati, comunque decideranno di entrare a sostenere i leoni veneti. Mister Serse Cosmi, già alla fine del match dell’Arechi, aveva detto di “capire perfettamente la linea degli ultras” ed anche oggi ha ribadito la propria posizione, mostrando vicinanza alle scelte prese dai sostenitori più accesi del Venezia.

Il gruppo Curva Sud VeneziaMestre ha incontrato il ds Scibilia e il patron Joe Tacopina, spiegando le motivazioni che li spingeranno a disertare i gradoni del “Penzo” domenica sera. Inutile il tentativo dei dirigenti lagunari, di far tornare sui propri passi il direttivo della Sud arancioneroverde. Prima di cominciare la seduta d’allenamento, invece, è toccato anche all’altro gruppo ultras lagunare, “UnoNoveOttoSette“, che ha incontrato Cosmi e la squadra, ribadendo la diserzione in programma domenica sera.

 

fonte foto: pagina fb trivenetogoal 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *