Domenica sera si comincerà a fare sul serio, nel primo impegno ufficiale della stagione 2019/20 per la Salernitana targata Gian Piero Ventura.

Allo stadio Arechi, infatti, arriverà il Catanzaro, che ieri dopo l’1-1 nei novanta minuti di gioco, ha superato con un rotondo 4-1 la Casertana di Ciro Ginestra dopo i tempi supplementari. Un avversario che, storicamente, porta bene ai granata, che sui calabresi hanno sempre avuto la meglio. Proprio nella kermesse tricolore, sia quella dei “big” sia quella di Lega Pro, quando la Salernitana ha ospitato la compagine calabrese è riuscita sempre a portare a casa la vittoria.

Il 29 agosto 2004, ben quindici anni fa, l’ultima Salernitana Sport del patron Aniello Aliberti ospitò in coppa Italia all’Arechi i giallorossi. 2-1 in favore del team dell’ippocampo, allora guidato da Aldo Ammazzalorso, che riuscì ad imporsi grazie alle reti di Claudio Ferrarese e di Raffaele Palladino. Tra le due reti granata, il pari giallorosso firmato dal prolifico bomber Fabrizio Cammarata, che tre anni e mezzo dopo vestì la maglia della Salernitana Calcio di Antonio Lombardi, in serie C1, senza però lasciare il segno. Nella stagione 2013/14, invece, campani e calabresi si trovarono di nuovo di fronte per la coppa Italia di Lega Pro e furono ancora i granata ad avere la meglio. Il pomeriggio del 6 novembre del 2013, in un Arechi con appena 914 spettatori sugli spalti vista la giornata infrasettimanale e l’orario proibitivo, la Salernitana s’impose per 2-1 dopo i tempi supplementari.  All’iniziale vantaggio giallorosso siglato da Casini, rispose David Mounard, prima del gol della vittoria per i granata siglato da Manuel Ricci. In quell’annata, la Salernitana arrivò fino in fondo alla kermesse tricolore di terza serie, alzando il trofeo nella finale contro il Monza.

fonte foto: ussalernitana1919.it

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *