E’ andato a Gigi Murante, storica voce della Salernitana, la quarta edizione del Premio Zaccaria Tartarone, riconoscimento dedicato alla memoria del compianto Zak, noto giornalista salernitano, e ideato dai ragazzi della redazione di Paperboy, composta interamente da giornalisti e aspiranti tali con varie forme di disabilità.

Presso il Comune di Salerno, a margine dell’incontro formativo per i giornalisti sul tema “Giornalismo sportivo, deontologia e integrazione sociale: dal laboratorio Paperboy alla Salernitana for Special”, moderato da Concita De Luca, si è così svolta l’edizione 2019 del premio intitolato al giornalista scomparso 5 anni fa, assegnato dopo Marino Bartoletti e Riccardo Cucchi, ad un caro amico prima che collega dello stesso Zak. “L’ho conosciuto nel 1987 con Salerno Sport, in un progetto editoriale nato con Tano Pecoraro. Con Zaccaria abbiamo avuto tanti scontri, su foto e titoli da trovare – ha ricordato Gigi Murante con un pizzico d’ironia -, ma quanta passione c’era, per fare questo mestiere ci vuole questo, passione e amore e voi di Paperboy lo avete dimostrato. Vi chiedo di continuare così”.

All’incontro, oltre agli assessori Angelo Caramanno e Nino Savastano, erano presenti anche il direttore di Paperboy Umberto Adinolfi, e Carlo Noviello, presidente della cooperativa sociale “Il Villaggio di Esteban”, che edita il periodico generalista che da pochi giorni è consultabile anche online grazie al sito web, oltre che Alfonso Maria Tartarone, figlio del compianto Zak e caporedattore del supplemento radiofonico di Paperboy, Radio Salerno Village. Momenti di grande commozione per Gigi Murante, che prima di essere stato premiato dai ragazzi della redazione di Paperboy, ha raccontato come sia nata la sua passione per il giornalismo e per le telecronache in generale, sin dai primi tentativi, fatti ancora per gioco, di raccontare le partite degli amici cui lui preferiva non prender parte per narrarne le gesta più importanti.

Dopo una proiezione di un video di alcuni gol storici raccontati negli anni proprio dalla sua voce, è toccato a Mario e Francesca ricevere il riconoscimento di due anni di duro lavoro. Concita De Luca, giornalista e membro dell’Ordine dei Giornalisti Campania, ha infatti consegnato loro il tesserino di pubblicisti, altro traguardo prestigioso per Paperboy e per “Il Villaggio di Esteban” in generale. Una giornata all’insegna dell’inclusione e dei ricordi, quelli legati alla Salernitana e alla memoria di Zaccaria Tartarone.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *