All’ultimo respiro. Salernitana-Cremonese 3-3 allunga a 13 le gare senza sconfitte per i granata all’Arechi in una sfida pazzesca. Sotto di due gol per mano di Celar, i campani rialzano la testa con Dziczek e Di Tacchio ma rimettono tutto in discussione con l’espulsione sciocca di Lombardi. Nel finale, il gol di Zortea sembra spegnere i sogni granata, prima del rigore al 51’ trasformato da Di Tacchio.

Ventura conferma il 3-5-2 ma con tante novità di formazione: in difesa ci sono Karo e Migliorini, in mezzo al campo Di Tacchio è riconfermato ma nel ruolo di mezzala, con Dziczek e Maistro a completare la cerniera centrale. Davanti c’è Giannetti in coppia con Djuric. La partita si apre con la disattenzione che costa carissimo alla Salernitana: Jaroszynski sbaglia in fase d’impostazione e permette a Celar d’involarsi verso Micai e battere l’estremo difensore mantovano per il vantaggio ospite. La Salernitana fatica a reagire, passando al 4-4-2 che però non sortisce gli effetti sperati. Al 20’ i granata recriminano per un contatto in area su Giannetti non sanzionato dal direttore di gara Baroni. La Cremonese gestisce il vantaggio e sfiora il raddoppio con Celar, che non sfrutta una clamorosa indecisione di Micai in un’uscita. Per vedere il primo tiro in porta granata bisogna aspettare il 40’, con Dziczek che impegna severamente Ravaglia dalla distanza.

La ripresa si apre con la super parata di Micai sulla deviazione aerea di Celar. La Cremonese ci riprova qualche secondo dopo, con Terranova che spizza di testa ma Ravanelli manca l’appuntamento per il più facile dei gol. La Salernitana, dopo lo spavento, spinge: prima Giannetti viene anticipato sul più bello, poi Di Tacchio dalla distanza esalta Ravaglia.  Ventura prova le mosse Gondo e Jallow ma la Cremonese trova il raddoppio: Mogos chiude un lungo contropiede esaltando Micai. Sulla ribattuta arriva Celar che fa secco Micai e firma la sua doppietta. La Salernitana prova a reagire ma Lombardi sbatte su Ravaglia. Al 72’ la svolta: Di Tacchio conclude verso la porta lombarda ma trova la mano di Arini. Rigore per la Salernitana ed espulsione per doppia ammonizione per Arini, con Dziczek che non sbaglia. Ventura mette dentro anche Cerci che colpisce un palo direttamente da angolo. Sull’azione seguente, cross di Lopez per Di Tacchio che di testa fa 2-2. L’enfasi granata viene spento da Lombardi, sciocco nel calciare per protesta un pallone a gioco fermo e punito da Baroni con l’espulsione.  Nel miglior momento granata arriva il colpo della Cremonese: Zortea si beve Lopez e colpisce dalla distanza battendo Micai. Sembra tutto finito ma nel recupero, un discusso penalty su Gondo, permette a Di Tacchio di siglare il pari.

RETI: 7’ pt e 13’ st Celar (C), 28’ st Dziczek (S), 35’ st Di Tacchio (S), 41’ st Zortea (C), 51’ st rig. Di Tacchio (S)

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi, Maistro (17’ st Jallow), Dziczek (31’ st Akpa Akpro), Di Tacchio, Lopez; Djuric (17’ st Gondo), Giannetti (31’ st Cerci).

In panchina: Vannucchi, Billong, Curcio, Kiyine, Capezzi, Aya, Heurtaux. Allenatore. Ventura

CREMONESE (3-5-2): Ravaglia; Bianchetti, Terranova, Ravanelli; Zortea (43’ st Claiton), Arini, Gustafson, Valzania, Mogos (29’ st Crescenzi); Celar (43’ st Castagnetti), Ciofani (29’ st Parigini).

In panchina: Volpe, Claiton, Gaetano, Palombi, Kingsley, Ceravolo. Allenatore. Bisoli

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze (Assistenti: Di Gioia-Dei Giudici. Quarto uomo: Michele Di Cairano).

NOTE. Gara disputata a porte chiuse. Espulso al 26’ st Arini (C) per doppia ammonizione. Espulso al 36’ st Lombardi (S) per comportamento antisportivo. Allontanati al 52’ st Bisoli (C) e Avallone (S) per proteste. Ammoniti: Lopez (S), Parigini (C), Di Tacchio (S), Akpa Akpro (S)

Angoli: 10-4. Recupero: 2’ pt, 6’ st.

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *