“Una sfida ostica”. Fabrizio Castori ha presentato in conferenza stampa Ascoli-Salernitana, match in programma domani al Del Duca con fischio d’inizio alle ore 14. Per il tecnico granata, la trasferta marchigiana è tutt’altro che semplice, contro un avversario rivoluzionato a gennaio e rinato sotto la cura Sottil. “Mi aspetto una partita difficilissima. Conosco bene l’ambiente di Ascoli così come il valore della piazza e di una squadra che è stata rifondata a gennaio e sta facendo una media di 2 punti a partita. Hanno grandi motivazioni e sono soprattutto in un momento favorevole. Non sarà facile anche perchè noi abbiamo qualche assenza di troppo ma sono sicuro che ci sarà grande spirito e temperamento dei ragazzi per provare a vincerla”. 

In porta ci sarà Adamonis, al debutto a causa dell’assenza forzata di Belec. “Il portiere è l’unico ruolo in cui c’è bisogno di gerarchie. Marius è il numero 12 e merita fiducia non solo a parole ma con i fatti. Se abbiamo scelto dall’inizio della stagione che è lui il vice-Belec è giusto che giochi lui”.

Recuperato Djuric, alla ricerca però del gol perduto. “Il mio pensiero principale è la prestazione. Solo con prove importanti arriva la realizzazione. Milan sa bene quanto sia importante per noi e l’assenza del gol non deve diventare un assillo”. 

Notizie Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *